fbpx Skip to main content

l’Avv. Riccardo Ecora, Catanese, è oggi un penalista affermato. Di indole estremamente socievole e con particolare senso della giustizia, sa trarre gli spunti più significativi dalla sua professione con particolare predisposizione agli aspetti sociali della vita: tra questi appunto il diritto degli animali.

Di recente infatti, quale esperto del settore, è stato invitato a partecipare alla rubrica “Diritto 3.0” curata da Rosaria Rinaudo e trasmessa dall’emittente televisiva REITV.

Durante l’incontro non solo è stata ripercorsa l’evoluzione del quadro normativo a tutela dei nostri piccoli amici ma sono state affrontate le tematiche più importanti relegate al randagismo, supporto della pubblica amministrazione, associazioni animaliste e tutele penali.

In particolare durante l’incontro è emerso che i rappresentanti incaricati dalle associazioni di volontariato a tutela degli animali, nel momento in cui risultino delegati da Comuni o ASL, ricoprono sempre le funzioni di incaricato di pubblico servizio e anch’essi, dunque, sono tenuti all’obbligo di denuncia.

Aspetto quest’ultimo di grande importanza sociale soprattutto se ancorato al fatto che Le Associazioni – ONLUS di categoria – quali rappresentati di un interesse “diffuso” della collettività hanno la possibilità di costituirsi nei procedimenti penali aventi ad oggetto reati a tutela degli animali.

Abbiamo il piacere di allegarvi l’intera intervista

 

 

image_pdfScarica l'articolo in formato PDFimage_printStampa l'articolo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close Menu
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy